COME PROTEGGERE LA TUA ARTE DIGITALE

05/11/2019 Off By Tecla
COME PROTEGGERE LA TUA ARTE DIGITALE

Con l’avvento dell’era della riproducibilità digitale è difficile tutelare il diritto d’autore (1). Specialmente per gli artisti che hanno l’esigenza di mostrare le opere d’arte a un pubblico sempre più vasto: in galleria e sui social network.

Il problema dell'arte digitale

Ad esempio che cosa impedisce a un malfidato – entrato in possesso del file – di abusare del diritto di utilizzo e riproduzione di un video o di una fotografia? O magari di rivendere l’opera d’arte digitale senza il consenso dell’autore?

Ecco qualche piccolo consiglio per creare una copia differente dall’originale – e quindi facilmente identificabile – che può essere mostrata e/o distribuita.

1. Inserisci il tuo marchio invisibile

Con un programma di editor modifica il file originale della tua fotografia, cancellando l’ultima colonna di pixel a destra oppure aggiungendo un pixel di un colore particolare. Fai lo stesso con il tuo video: togli o aggiungi un frame.

Questo metodo contrassegna l’opera d’arte in maniera non invasiva. Infatti a differenza del watermark è invisibile, ma garantisce ugualmente una protezione efficace del file. Perciò se dovesse essere riprodotto o venduto senza il tuo consenso, sarà facile per te dimostrare la colpevolezza del pirata in tribunale. 

2. Gestisci i metadati del file

Gestisci i metadati della tua opera d’arte digitale, inserendo le informazioni sul copyright: dati tecnici dello scatto (autore, titolo, data, gps, tipologia della fotocamera e del sensore), nome del destinatario e diritti di utilizzo.

Questi dati mostrano la provenienza dello scatto. Perciò possono essere risolutivi nelle controversie legali. Quando ti serve una copia dell’opera destinata all’esposizione o alla diffusione a titolo dimostrativo, puoi modificare i metadati per distinguerla dall’originale. 

Ad esempio ti consiglio di cancellare il tipo di fotocamera e di inserire il nome del programma di fotoritocco.

3. Salva l'opera su Cloud

Carica l’opera su Cloud e rendila disponibile solo in streaming, bloccando le opzioni di salvataggio e di copia.

Se vuoi mostrare il tuo lavoro senza inviarlo, puoi utilizzare questo metodo. Il salvataggio del file su Cloud ti consente un controllo migliore degli accessi e della diffusione della tua opera d’arte digitale. Inoltre la data di caricamento ha valore in sede legale. 

La variante moderna di questa soluzione è rappresentata dal sistema della blockchain tramite gli smart contract

Note

(1) DRM – Digital Rights Management.

(2) Tutte le immagini contenute in questo articolo sono copyleft